Mina antiuomo ad effetto esteso, di produzione italiana.
Diametro: 105 mm
Altezza: 205 mm
Peso: 3,2 - 3,7 Kg di cui 550 g tritolite, 5 g polvere nera (carica di lancio), due detonatori 12 g di T4, schegge metalliche e contenitore in resina sintetica
Colori: verde, sabbia, personalizzato
Numero di Frammenti metallici: Circa 2000
Raggio di azione mortale: 27 metri
Raggio di azione mutilante: 200 metri

La mina rientra tra quelle a frammentazione e tra quelle cosiddette “volanti”: facendo vibrare un filo collegato a uno degli spuntoni del detonatore, si attiva la carica esplosiva. La detonazione avviene in due fasi: una prima carica solleva a circa un metro da terra un cilindro contenente almeno 2000 frammenti metallici, una seconda carica causa poi la vera esplosione, che irradia le schegge a 360° nella zona circostante.
Questa mina è mortale in un raggio di 27 metri, ma provoca ferite anche gravi, oltre i 200. Come tutte le mine a frammentazione provoca ferite su tutto il corpo, ma date le caratteristiche, in particolare al torace e all'addome. Le mine Valmara 59 e 69 si differenziano per alcuni dettagli costruttivi oltre che dal tipo di contenitore. Nel modello 69 il tipo di contenitore consente lo smontaggio e l'inserimento della carica di lancio che normalmente viene conservata separata dal resto della mina.
La Valmara 69 può essere usata anche con un'interfaccia speciale inserita al posto della carica propellente. In questo caso la mina può essere attivata da un controllo a distanza.
La Valmara 69 è prodotta anche a Singapore. Una versione simile è fatta in Sud-Africa ed è chiamata No. 69 Mk 1. Questa mina ha solo uno stelo in posizione centrale sulla cima del cappello.